L’ultimo tratto del Canale Cavour

Dopo un percorso di oltre settanta chilometri, il Canale Cavour entra nel territorio di Galliate e cede parte delle sue acque per dare vita al Diramatore Vigevano. Un ultimo rettilineo lo porta nel Parco del Ticino. Salta l’argine in un tuffo di oltre venti metri alimentando la centrale idroelettrica di Galliate. Sottopassa il Naviglio Langosco e infine scorre tranquillo poche centinaia di metri per sfociare con un ultimo tumulto nel Ticino!

Leri Cavour

Sono stato a Leri Cavour qualche mese fa con l’autorizzazione del Sindaco di Trino, proprietario della tenuta, per approfondire e completare il mio progetto legato al Canale Cavour e a Cavour stesso.
Questo è una delle case del Risorgimento Italiano: si merita veramente di fare questa fine?

Canale Cavour, dove tutto ha inizio

Il Canale Cavour nasce a Chivasso, con quel bellissimo edificio che accenna per stile al primo liberty industriale che in architettura si vedrà poi affermarsi qualche anno dopo. Qui il canale prende in prestito l’acqua del Po ed inizia la lunga strada che lo porterà fino al Ticino dopo circa 85 chilometri.

Il Canale Cavour a Vettignè e le tombe-sifone dell’Elvo

Vettignè è un paesino perso nelle risaie tra Santhià e Formigliana, magico in molti momenti dell’anno. Il Canale Cavour curva e lo sfiora per poi andare a tuffarsi nelle tombe-sifone del torrente Elvo poco distanti. Qui si percorrono stradine dove a stento passa un’auto avendo come sfondo solo le Alpi.

Canale Cavour, lo scaricatore di Formigliana

Uno dei luoghi del Canale Cavour che amo di più, perché abbiamo avuto un rapporto difficile all’inizio: lo scaricatore di Formigliana è facile da raggiungere ed è immerso in un bellissimo pioppeto.